Eventi

Estate 2020: uno sguardo al futuro di Cortina

Lo sappiamo, lo spirito degli ampezzani è duro da scalfire. Ogni giorno, per chi lavora con costanza e passione su queste montagne, rappresenta una sfida. E la più difficile, inaspettata è arrivata lo scorso Marzo: la chiusura ha danneggiato l’intera stagione invernale sulle Dolomiti, ma la nostra associazione – in collaborazione con altre realtà del territorio e l’amministrazione comunale – sta lavorando per preservare l’economia e per contenere le conseguenze del lockdown sul futuro prossimo della Regina delle Dolomiti. Cosa ci aspetta, allora, per l’Estate 2020?

 

Il ritorno alla normalità, così come la conosciamo, non sarà possibile all’inizio. I nostri albergatori, ma anche i ristoratori e gli operatori del turismo ampezzano sanno che dovranno imparare a convivere con l’emergenza, rispettando i protocolli di protezione degli ospiti. Giuliano Vantaggi, direttore del Consorzio DMO Dolomiti, invita a guardare al futuro con speranza: per il prossimo autunno gli operatori del turismo bellunese saranno abituati a lavorare con queste nuove modalità, ma in questa fase è necessario muoversi con cautela.

 

Anche Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, ha commentato durante una conferenza stampa della Protezione Civile che all’inizio sarà fondamentale organizzarsi per limitare il circolare del virus: “Se si va a fare una ferrata sulle Dolomiti o a scalare da soli una delle Tre Cime di Lavaredo, probabilmente il rischio è piuttosto basso, mentre se si va in contesti molto affollati è diverso”. Una strategia quindi che mette sempre al primo posto la sicurezza degli ospiti e dei cittadini e che porta anche un messaggio positivo. Perché, come ha commentato Giuliano Vantaggi su Dolomiti Review, si punterà proprio sull’essenza della vacanza in montagna, lontana da quegli assembramenti che fanno paura. “Ci concentreremo proprio sul comunicare la salubrità e la sicurezza che un territorio come il nostro può garantire” oltre a rafforzare il concetto di bellezza che permea il territorio italiano in generale: tutti riconoscono l’Italia come un luogo ricco di splendore, che va dalla sua cucina fino al patrimonio artistico e ai paesaggi unici al mondo. Cortina e le montagne bellunesi possono offrire una vacanza in sicurezza tra le più belle cime del mondo: sarà questo il punto di forza dal quale ripartire.

 

Una partenza che sarà scrupolosa. Nel caso dell’Associazione Albergatori, rispetteremo le misure di cautela richieste alle strutture turistiche per la prossima stagione, così da poter tornare ad accogliere gli ospiti. Una novità arriva dal comune, che ha pensato a un medical wellness in alta quota per rilanciare il turismo. “In questo particolare momento in cui la diffusione del Covid-19 ha accentuato gli aspetti già negativi dell'urbanizzazione globale” spiega il comune su La Stampa, “il progetto Medical Wellness si apre alla persona per favorire il recupero del benessere psicofisico. Al centro c’è l’esercizio nella natura, con escursioni e bike tour guidati tra le Dolomiti. Ma non solo. Cortina è anche l’ambiente ideale per rigenerare l’anima e la mente attraverso un’alimentazione sana, tecniche di rilassamento ed esperienze nel verde”. Per concludere, l’andamento della nuova stagione dipenderà da come si evolverà l’emergenza sanitaria, ma lo spirito della Regina delle Dolomiti rimane intatto: se collaboreremo, supereremo anche questa sfida.


Seguici su Instagram e Facebook per restare aggiornato sulle ultime novità di Cortina d’Ampezzo e dintorni!

I nostri obiettivi: creare comunità ed unione all'interno della categoria e della realtà ampezzana, portare avanti una visione e programmazione univoca della località, accoglienza e promozione

CONTATTI

Largo delle Poste, 69 - 32043 Cortina d'Ampezzo (BL)

Partita Iva 01171990250
 

SEGUICI

Foto di Dino Colli

Copyright © 2020 Associazione Albergatori Cortina - Largo Poste, 69, Cortina d'Ampezzo (BL) - Italia
Sito web creato con ericsoft